Media
circuiti
Organizzazione
fan page
Edizione 2014

L’Etna Marathon a Franz Hofer e Lorenza Menapace
a Milo edizione record con 777 iscritti

Domenica 21 Settembre 2014

È stata ancora una volta la grande festa della mountain bike. L’ottava edizione dell’Etna Marathon, organizzata dal Mongibello Mtb Team, ha lasciato il segno, battendo il record di iscritti, ben 777, rispetto ai 604 dello scorso anno, quando la gara sui sentieri del vulcano era valida per il campionato italiano. Biker provenienti da ogni parte dell’isola e d’Italia, ma anche da Ungheria, Malta, Russia, Germania, Francia, Svizzera.

Al termine di una giornata di caldo asfissiante e altissimo tasso di umidità, a scrivere il proprio nome sull’albo d’oro della manifestazione di Milo – valevole quest’anno per i circuiti nazionali Prestigio e Trofeo dei Parchi Naturali – è l’altoatesino Franz Hofer dello Scott Racing Team, che ha completato la gara in 3 ore 49 minuti e 43 secondi.
Hofer ha preceduto il ragusano Mirko Farnisi (Team Lombardo Bike) e Giuseppe Cicciari (Bike Team Nicolosi), piazzando l’allungo decisivo in prossimità dell’ultima salita di un percorso estenuante di 74 km e 2.560 metri di dislivello.

Tra le donne il successo è andato alla trentina Lorenza Menapace (Titici Lgl Pro Team) veterana delle marathon e grande favorita della vigilia. La Menapace ha fatto gara a sé, scavando nella prima parte della competizione un margine incolmabile per le avversarie. Al secondo posto è giunta Elizabeth Simpson (Mongibello Mtb Team), al terzo Claudia Andolina (Team Lombardo Bike).

La gara è stata molto combattuta e faticosa. Le alte temperature e la cenere vulcanica poco compatta hanno fatto sin da subito una forte selezione. La sabbia ha infatti rallentato la marcia dei biker, costretti a dover controllare lo slittamento delle loro bici, a rilanciare di frequente l’andatura su un terreno poco scorrevole e a percorrere anche dei tratti a spinta.
Il tracciato, che presentava diverse modifiche rispetto alla passata stagione e che è stato tirato a lucido nonostante le ultime eruzioni dagli organizzatori, è stato apprezzato da tutti i partecipanti. In particolare i single track, i passaggi sulla lava, e le salite di Cubania, Cerrita, Rifugio Timparossa, Serra Buffa e Piano Provenzana, il punto più alto del percorso con i suoi 1.850 metri.

 

Le interviste
Franz Hofer, vincitore marathon maschile: “Non sono abituato a questo caldo e ho sofferto molto. Il percorso era diverso rispetto a quello dell’anno scorso e purtroppo non l’ho potuto provare come volevo perché la mia bici è arrivata tardi a Catania. Stavo bene fin dall’inizio, ma ho preferito restare in gruppo e aspettare la fine per attaccare. Sapevo che sarebbe stata lunga e che non valeva la pena restare da soli troppo presto. Quando sono partito, solo Farnisi mi ha seguito e in discesa è riuscito a rientrare. Poi dopo il ristoro delle Ginestre, ho allungato e preso 1’20” di vantaggio. Lì ho capito che ce l’avrei fatta. Sono felice perché nel 2013 avevo rotto il pacco pignoni e mi ero giocato la possibilità di lottare per la vittoria. E di sicuro tornerò il prossimo anno. Complimenti agli organizzatori per la bellezza del percorso”.

Lorenza Menapace, vincitrice marathon femminile: “Non credevo di resistere a questo caldo. E quando ho saputo di avere un ampio vantaggio sulle inseguitrici, mi sono gestita e ho portato a casa una vittoria che volevo fortemente. L’Etna Marathon è ormai nel mio cuore: bella, dura e con una segnaletica perfetta”.

Maurizio Scalia, il presidente del Comitato organizzatore: “Sono entusiasta nel vedere che tutti hanno apprezzato questo percorso reso duro dal clima rovente e hanno concluso l’Etna Marathon con il sorriso sulle labbra. I 777 iscritti per una gara siciliana rappresentano un numero stratosferico. Speriamo di proseguire su questa strada e di continuare a dare visibilità al nostro vulcano e alla nostra magnifica terra. Un grazie a tutti i volontari che rendono l’Etna Marathon una gara sicura e di successo”.

 

Le classifiche

Ordine d’arrivo maschile: 1) Franz Hofer (Scott Racing Team); 2) Mirko Farnisi (Team Lombardo Bike), 3) Giuseppe Cicciari (Bike Team Nicolosi), 4) Pasquale Sirica (Cicolò Bike Team), 5) Giovanni Chiaiese (Asd Bike&Sport), 6) Vincenzo Della Rocca (Cubulteria Bike), 7) Luigi Ferritto (Frw Oronero), 8) Vito Lombardo (Team Lombardo Bike), 9) Giuseppe Zagarella (Team Lombardo Bike), 10) Rosario Ferlito (Mongibello Mtb Team).

Ordine d’arrivo femminile: 1) Lorenza Menapace (Titici Lgl Pro Team), 2) Elizabeth Simpson (Mongibello Mtb Team), 3) Claudia Andolina (Team Lombardo Bike), 4) Chiara Sciuto (Asd Villa S. Antonio), 5) Lucia Minervino (Asd Superteam).

Ordine d’arrivo Gran Fondo (46 km): 1) Giuseppe Caschetto (Ciclistica Rosolini), 2) Paolo Calabrese (Asd Garofalo Vincenzo), 3) Aldo Siragusa (Race Mountain Bike San Marco).